All’Unità Spinale équipe specializzata del Niguarda

Continua la collaborazione tra le Unità Spinali del Cannizzaro di Catania e del Niguarda di Milano per la formazione degli operatori e la condivisione di standard di assistenza: nell’ambito dello scambio attivato con l’avvio dell’Unità Spinale catanese, da lunedì un’équipe specializzata dell’ospedale milanese affiancherà in corsia il personale del Cannizzaro.

L'équipe del Niguarda con il personale del Cannizzaro
L'équipe del Niguarda con il personale del Cannizzaro

L’Unità Spinale Unipolare di Catania (la prima del Sud Italia) e quella di Milano (una delle più importanti a livello nazionale) collaborano da mesi con l’obiettivo di definire unicità di protocolli e percorsi terapeutici ed elaborare nuove linee guida nella cura dei pazienti mielolesi. In questo quadro, medici, infermieri e fisioterapisti del Cannizzaro, nel periodo precedente l’apertura dell’USU avvenuta il 19 settembre scorso, hanno trascorso due mesi al Niguarda, prima come osservatori e poi come operatori. Lì la prof.ssa Tiziana Redaelli, direttore dell’Unità Spinale, e la sua équipe hanno curato l’addestramento teorico e pratico degli operatori, che si troveranno a gestire i complessi casi di soggetti affetti da lesione midollare e costretti in carrozzina.
«È  stato un percorso di formazione particolarmente attento alle condizioni del malato, che ha subito uno sconvolgimento della vita e si trova in uno stato di estremo disagio: basti pensare che gli infermieri hanno trascorso una giornata intera sulla sedia a rotelle per essere in grado di capire i bisogni dei pazienti», spiega il dott. Francesco Poli, direttore generale dell’Azienda Cannizzaro.

La sessione in programma da lunedì continuerà quindi la formazione del personale, che tra settembre e ottobre ha preso servizio presso l’Unità Spinale del Cannizzaro, e l’affiancamento sarà in particolare rivolto alla gestione delle situazioni più critiche: «Si tratta – spiega la dott.ssa Maria Pia Onesta, responsabile dell’USU del Cannizzaro – di infermieri dell’area intensiva e di un fisioterapista respiratorio che condivideranno sul campo con i colleghi la propria esperienza e professionalità». Oltre all’affiancamento “in corsia”, sono previsti anche incontri teorici rivolti agli operatori sanitari. Un’altra équipe del Niguarda trascorrerà la settimana successiva al Cannizzaro per un’ulteriore fase di affiancamento, mentre nei prossimi giorni personale dell’Unità Spinale di Catania partirà alla volta di Milano.

Devi essere loggato per potere lasciare un commento Login