Bilancio di un anno di attività per i pazienti mielolesi

Condividi

Il 19 settembre 2011 veniva inaugurata l’Unità Spinale Unipolare dell’ospedale Cannizzaro, la prima del Sud Italia, rivolta alla cura e alla riabilitazione delle persone con lesione midollare. A un anno di distanza, la ricorrenza è occasione per un bilancio dell’attività e una riflessione sulle prospettive della struttura, dove oggi sono ricoverati 14 pazienti provenienti da tutta la Sicilia, in gran parte rientrati da analoghe strutture del Nord Italia, e altri 30 pazienti circa seguono le terapie in day hospital e in ambulatorio.

Mercoledì 19, a dodici mesi esatti dall’inaugurazione, il salone del 4° piano dell’Unità Spinale ospiterà a partire dalle ore 10 un incontro articolato in vari momenti. Dopo i saluti del dott. Francesco Poli, commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro, la dott.ssa Maria Pia Onesta, direttore dell’USU, illustrerà il “report” dell’attività clinica dell’Unità Spinale. A seguire, interverranno gli organizzatori di “Corri Catania”, la corsa-camminata non competitiva i cui incassi quest’anno sono stati devoluti al progetto “Oltre le barriere” per l’acquisto di attrezzature specialistiche utili alla cura e alla riabilitazione dei pazienti, che sono state intanto installate. Sarà inoltre presentato il programma delle iniziative di “Auspica”, Associazione Unità Spinale Cannizzaro, la Onlus costituita nelle scorse settimane su iniziativa dell’Azienda ospedaliera per aiutare le persone mielolese e i rispettivi cari, alla quale hanno aderito decine di pazienti, familiari e operatori dell’USU. Saranno poi illustrati altri progetti in cantiere e non mancherà il momento ricreativo, grazie alla generosa partecipazione dello showman Giuseppe Castiglia e del cabarettista Massimo Spata. Per concludere, il “lunch break” offerto dal personale dell’Unità Spinale.

   

Lascia un commento