Corsi sub disabili e accompagnatori, concluso progetto

Si è concluso, nei locali dell’Unità Spinale dell’ospedale Cannizzaro, il progetto “Un mare di opportunità”, che ha visto lo svolgimento di due corsi subacquei rivolti a portatori di handicap e ad accompagnatori di disabili. Realizzato dall’associazione Life Onlus in collaborazione con l’Azienda ospedaliera Cannizzaro, l’ASD Katane Diving Club e il Comitato Paralimpico, con il contributo della Provincia regionale di Catania, il progetto si è sviluppato nella sala meeting e nella piscina dell’Unità Spinale, dotata dei requisiti di accessibilità, oltre che in mare.

Dieci disabili e dieci accompagnatori formati, 30 ore di lezioni teoriche, 27 di attività pratiche e 14 immersioni sono i principali “numeri” del progetto, al quale hanno aderito diversi pazienti e operatori dell’Unità Spinale. Il corso per disabili “Open Water Diver Hsa”, realizzato secondo il metodo didattico della HSA (Handicapped Scuba Association), ha rappresentato per gli iscritti un’esperienza dalla forte valenza terapeutica, sia dal punto di vista fisico, in quanto lo sport fa parte integrante della riabilitazione, sia sotto il profilo psicologico, perché potere “superare i limiti” del quotidiano e sperimentare un livello maggiore di autonomia aumenta l’autostima del soggetto.

Rivolto a chi era già in possesso di un brevetto e dotato di una formazione di base, il corso “Dive Buddy” ha fornito ai partecipanti la preparazione necessaria ad accompagnare nell’immersione altri sub portatori di handicap. È prevista nelle prossime settimane la consegna dei brevetti conseguiti grazie alla partecipazione ai due corsi.