Dall’Unità Spinale alle piste di sci sull’Etna

C’era molta neve, e anche molto freddo, ad accogliere lo scorso week-end sull’Etna i partecipanti allo “Ski Tour”, progetto di sci da seduti organizzato dall’associazione varesina Freerider Sport Events in collaborazione con l’Unità Spinale dell’Azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania.

Nella stazione di Piano Provenzana, a Linguaglossa, una decina di disabili provenienti da tutta l’Isola hanno seguito il corso e, quelli più esperti, si sono cimentati nella discesa su pista in monosci, seguiti dagli istruttori specializzati e dal personale del soccorso su pista della Polizia di Stato, che sull’Etna ha integrato la squadra dei colleghi del Soccorso alpino di Moena al seguito dello Ski Tour. Oltre al supporto di Inail, Comitato paralimpico, Teleflex e degli sponsor, la tappa siciliana ha visto la collaborazione di Auspica Onlus, Associazione Unità Spinale Cannizzaro, che raccoglie pazienti e loro familiari della struttura catanese.

È stata proprio l’apertura dell’Unità Spinale a dare la spinta decisiva all’arrivo anche in Sicilia dello Ski Tour, che già l’anno scorso aveva visto lo svolgimento di una edizione “sperimentale” e quest’anno è stato inserito a tutti gli effetti tra le tappe nazionali fra le quali figurano Folgaria, Madesimo, Roccaraso, Abetone, Canazei e altre rinomate località. Al gruppo di pazienti sull’Etna si sono uniti la dott.ssa Maria Pia Onesta, direttore dell’Unità Spinale, fisiatri, terapisti occupazionali, infermieri e operatori dell’Azienda ospedaliera.

Ski Tour 2013
Foto di gruppo a Monte Conca, sull’Etna, tappa dello Ski Tour

«È andato tutto per il meglio. Abbiamo iniziato con i rudimenti della pratica dello sport, con la conoscenza e l’uso dell’attrezzatura, per continuare poi con gli esercizi di gestione dell’equilibrio», ha detto il maestro di sci Nicola Busata, uno degli istruttori e degli organizzatori del progetto, che ha dato ai partecipanti la possibilità di sciare senza barriere, in autonomia. Un’esperienza unica, che sarà ripetuta il prossimo anno.

Devi essere loggato per potere lasciare un commento Login