La Corri Catania fa il pieno di solidarietà per l’USU

Record che si somma a record. La quarta edizione di Corri Catania ha fatto il pienone e “piazzato” tutte le 18mila magliette e pettorali stampati. Una solidarietà senza confini, che sosterrà il progetto “Oltre le barriere” a favore dell’Unità Spinale Unipolare dell’ospedale Cannizzaro.

 corricatania_gazebo01corricatania_gazebo02corricatania01corricatania02corricatania03

E proprio i responsabili dell’Azienda e della nuova struttura d’eccellenza hanno dato il via dal palco alla corsa-camminata di solidarietà: il dott. Francesco Poli, direttore generale, e la dott.ssa Maria Pia Onesta, responsabile dell’USU, con il sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, gli assessori Ottavio Vaccaro, Massimo Pesce e Claudio Torrisi e con gli organizzatori della Corri Catania. «Il ricavato di questa magnifica iniziativa è diretto a tutte le persone che non possono correre – ha detto Poli – ma grazie all’aiuto di tutti i pazienti possono sperare in un futuro migliore». «La Corri Catania ci aiuta a far passare il messaggio che i ragazzi sulle carrozzine sono solo diversamente fortunati – ha aggiunto Onesta – e che attraverso lo sport possono riscattarsi». Lo testimoniano, con i fatti, i paraplegici di diverse associazioni che collaborano con l’Unità Spinale e che attraverso le loro associazioni promuovono attività sportive: da Life a Voglia di vivere a Come ginestre, e non ultimo il Comitato paralimpico.

In Piazza Università, intanto, lo stand dell’Unità Spinale del Cannizzaro era diventato punto di riferimento dei pazienti e dei familiari: ai tanti partecipanti, il materiale informativo e la presentazione multimediale illustrava la “vita” della struttura, dall’apertura nel settembre scorso fino alle più recenti attività in piscina. Attività che potranno essere ancora migliorate con i fondi raccolti grazie alla solidarietà di migliaia di cittadini.

Devi essere loggato per potere lasciare un commento Login