Otorino, eccellenza nelle patologie della laringe

Il dott. Vincenzo Saita

La Divisione di Otorinolaringoiatria dell’Ospedale Cannizzaro di Catania, diretta dal dott. Vincenzo Saita, è ritenuta punto di riferimento in Italia per le patologie della laringe, grazie all’instancabile impegno profuso in più di 30 anni nelle procedure di diagnosi, terapia e follow up, all’uso di apparecchiature di diagnostica tecnologicamente avanzata, di strumentario chirurgico, microchirurgico e laser, assicurati dalla Direzione aziendale, e all’elevato livello di competenza, manualità ed esperienza raggiunti dai professionisti. Ciò rende possibile diagnosticare già allo stadio iniziale neoplasie della laringe (tumore più frequente del tratto aerodigestivo superiore, che rappresenta il 2,5% di tutti i tumori maligni nell’uomo e lo 0,5% nella donna) ed effettuare il migliore trattamento richiesto in ciascun caso.

Il risultato dello sforzo di ricerca clinico-chirurgica del gruppo di lavoro concerne principalmente l’uso di tecniche di terapia conservativa nei pazienti con neoplasie localmente avanzate, ove non è possibile l’approccio endoscopico. Le laringectomie sub totali ricostruttive costituiscono l’approccio chirurgico ideale che, seppur eseguito in pochi centri nel territorio nazionale, presso la Divisione di ORL del Cannizzaro sono interventi routinari, grazie alla collaborazione di un gruppo multidisciplinare che vede coinvolti radiodiagnosti, oncologi, radioterapisti, anatomopatologi.

In collaborazione con gli anestesisti, il dott. Saita ha ideato e messo in pratica una procedura di diagnostica endoscopica mininvasiva che consente la stadiazione locale e l’accertamento bioptico in sedazione cosciente senza anestesia generale, con minimo stress del paziente e precocità della diagnosi. Questa rappresenta il più importante elemento per la migliore prognosi in quanto consente di intervenire con tecniche mininvasive di micro laringoscopia e l’ausilio del CO2 laser, con risultati oncologici e funzionali ottimali, elevato gradimento da parte dei pazienti e notevole riduzione dei costi per il SSN.

Nei pazienti sottoposti a laringectomia ricostruttiva, poi, si ottengono ottimi risultati con tecniche di controllo loco-regionale della neoplasia, risparmiando la funzione laringea e permettendo la chiusura nel tracheostoma. Ma anche nei casi in cui per svariati motivi è necessario che il paziente venga sottoposto all’intervento di laringectomia totale, con la conseguente presenza della tracheotomia permanente e perdita della voce, la scuola di ORL del Cannizzaro è stata tra le prime in Italia, già nel 1993, ad impiantare le protesi fonatorie, restituendo al paziente una buona qualità di vita relativamente alla comunicazione verbale.

Il dott. Saita, innovando tecniche tradizionali, ha di fatto migliorato la diagnosi precoce e la terapia chirurgica, con un risparmio dei tempi chirurgici e un recupero più precoce delle funzioni fonatorie e di deglutizione: tecniche, queste, validate da pubblicazioni su riviste internazionali e ormai in uso in numerosi centri specialistici.

Il lavoro di follow up, infine, eseguito con équipe pluridisciplinare, ha ottimizzato l’assistenza al paziente operato, permettendo di evidenziare in maniera precoce l’insorgenza di eventuali recidive e di documentare un elevato indice di sopravvivenza in linea con i risultati dei migliori centri internazionali.

Devi essere loggato per potere lasciare un commento Login