Servizio navetta per i malati oncologici, al Cannizzaro progetto-pilota

Oltre trenta volontari hanno aderito al progetto “Medicare-Bus”, servizio navetta gratuito rivolto ai malati oncologici che non possono accedere da soli al luogo di cura.

L’iniziativa, promossa e realizzata a Catania da Medicare Onlus secondo un modello già collaudato dall’associazione Angolo (Associazione nazionale guariti o lungo viventi oncologici), partirà tra dicembre e gennaio.

Un momento del corso di formazione di Medicare Onlus svoltosi al Cannizzaro

Un momento del corso di formazione di Medicare Onlus svoltosi al Cannizzaro

All’appello per la ricerca di volontari-autisti hanno risposto in tanti. E nei giorni scorsi quanti sono stati coinvolti nel progetto hanno seguito un incontro di formazione al volontariato oncologico, svoltosi nell’Azienda ospedaliera Cannizzaro, il cui reparto di Radioterapia sarà il primo a essere servito dalla navetta, anche grazie alla massima disponibilità offerta per favorire l’accesso al trattamento nei due turni giornalieri. Il corso, pensato per offrire un supporto-tecnico-psicologico agli aspiranti volontari e sviluppatosi in due pomeriggi, ha trattato tra gli altri temi come i bisogni del paziente e del volontario; illustrato la struttura di Oncologia e quella di Radioterapia del Cannizzaro, chiarendo modalità, spazi e tempi delle cure; affrontato gli aspetti psicosociali della malattia, i diritti del malato e i programmi di ricerca. Sono intervenuti in qualità di docenti Giuseppe Banna (dirigente medico di Oncologia medica dell’Azienda Cannizzaro), Marilena Bongiovanni (presidente dell’associazione Angolo Onlus), Donatella Consoli (gestione risorse umane dell’Azienda Canizzaro), Pietro Giuffrida (presidente di Medicare Onlus), Sonia La Spina (psicologa presso l’Oncologia del Cannizzaro), Massimo Libra (Dipartimento di Scienze Biomediche, Patologia Generale e Oncologia dell’Università di Catania), Francesco Marletta (direttore dell’Unità operativa complessa di Radioterapia dell’Azienda Cannizzaro). Ai partecipanti ha rivolto i saluti e i ringraziamenti il commissario straordinario dell’Azienda Cannizzaro, Francesco Poli, che ha evidenziato come «a fronte di una patologia che purtroppo presenta casi sempre più numerosi, l’ospedale si sforza di offrire il meglio delle terapie, ma il servizio offerto dai volontari rappresenta quell’elemento in più di cui l’Azienda e i malati vi sono grati».

Come è stato sottolineato anche nel corso dell’incontro, le cure oncologiche richiedono infatti frequenti accessi in ospedale, per accertamenti diagnostici strumentali, prelievi ematici, chemioterapia, radioterapia. I tumori, oltretutto, sono molto più frequenti nella popolazione anziana, che spesso non possiede un adeguato supporto socio-assistenziale. Il trasporto nei luoghi di cura richiede quindi frequentemente il coinvolgimento dei familiari più stretti del malato, con conseguenti disagi e ricadute sulle attività lavorative e sociali. Le persone con difficoltà o impossibilità a spostarsi autonomamente avranno quindi a disposizione una navetta, che sarà operativa mattina e pomeriggio, dal lunedì al venerdì, previa prenotazione telefonica. Oltre all’opera dei volontari, il servizio sarà espletato anche grazie al contributo offerto dal Teatro Stabile di Catania e dalla famiglia di Mariella Lo Giudice donato a Medicare Onlus in occasione del Memorial Day dedicato all’amata attrice catanese lo scorso 12 settembre.

Lascia un commento