Sicurezza di pazienti e operatori al Cannizzaro

Condividi

Il percorso di miglioramento dell’Ospedale Cannizzaro passa anche dall’efficientamento dei servizi connessi all’accoglienza, all’accesso e alla sicurezza degli utenti.

Centro Gestione Emergenze

Centro Gestione Emergenze

Sotto quest’ultimo profilo, all’interno del presidio è in funzione un nuovo sistema di videosorveglianza con 84 telecamere, di cui 3 speed-dome e cioè capaci di muoversi a 360°, dislocate nei vari padiglioni. Il flusso di immagini è convogliato nel Centro di Gestione delle Emergenze, una sala di controllo altamente tecnologica, attiva dallo scorso febbraio e presidiata h24, che monitora anche i segnali di allarme, dall’anticendio agli ascensori. La gestione delle immagini, soprattutto con riferimento alla tutela della riservatezza delle persone, è disciplinata da un apposito regolamento che, rispetto al periodo di conservazione delle informazioni, ha ottenuto l’autorizzazione da parte del Garante della Privacy. Lo stesso regolamento è stato adeguato, insieme con altre procedure, alla nuova disciplina europea ed è pubblicato sul sito internet aziendale.

«Sotto il profilo della sicurezza di utenti e operatori – spiega la dott.ssa Rosaria D’Ippolito, direttore generale f.f. – particolare attenzione viene dedicata al Pronto Soccorso. Nell’area critica dell’emergenza è attivo un servizio di vigilanza armata con ronda h24 che consente di ridurre il rischio di episodi di violenza nei confronti del personale, ma anche dei pazienti, come quelli cui troppo spesso assistiamo, soprattutto in Sicilia, e che giustamente hanno indotto l’Assessorato della Regione a prendere adeguate contromisure». Maggiore sicurezza agli utenti è garantita anche dalla messa a regime dei nuovi dodici ascensori installati nel monoblocco. «Tali accorgimenti adottati dopo un’attenta opera di analisi e valutazione – sottolinea il dott. Salvatore Giuffrida, direttore sanitario – concorrono a tutelare non soltanto il personale, i pazienti e i visitatori ma anche il patrimonio dell’Azienda, che in quanto pubblico merita ogni sforzo per la sua salvaguardia».
L’Ospedale Cannizzaro, quindi, si pone all’avanguardia su questi temi e non a caso, il prossimo 22 giugno alle ore 9.30, ospiterà nella sala convegni l’incontro dal titolo “La gestione della sicurezza del patrimonio e degli operatori nelle strutture sanitarie”, che vedrà l’intervento di vari operatori ed esperti e le conclusioni del dott. Salvatore Torrisi, direttore del Dipartimento Amministrativo dell’Azienda Cannizzaro e vicepresidente nazionale di FARE, Federazione delle associazioni regionali degli economi e provveditori della sanità.
I più mirati controlli, uniti alla razionalizzazione nella gestione complessiva delle aree esterne, hanno consentito di rendere più agevole e sicura anche la sosta e la viabilità all’interno del presidio. È stato infatti previsto e incoraggiato il pagamento del ticket del parcheggio alle casse automatiche distribuite nelle varie aree e appositamente segnalate, non più soltanto in uscita, che evitando le code alle sbarre consentono un rapido deflusso delle autovetture. La revisione delle tariffe è stata accompagnata dal potenziamento del servizio di navetta gratuita, che ha visto la dotazione di un nuovo mezzo, l’intensificazione delle corse e l’estensione dell’orario. Sono inoltre in fase di definizione le aree di sosta con accesso regolato da sistemi di sbarramento e display con indicazione dei posti disponibili: il sistema è in fase di sperimentazione. Inoltre, a breve avranno inizio i lavori di rimodulazione di ufficio ticket, CUP e area d’ingresso F2, che consentiranno una migliore fruizione dell’area in cui si trovano gli sportelli maggiormente frequentati dagli utenti.

   

Lascia un commento