Un ambulatorio di consulenza nutrizionale per malati oncologici

Secondo l’American Institute for Cancer Research, le cattive abitudini alimentari sono responsabili di circa tre tumori su dieci. Ma sono numerosi gli studi che dimostrano l’importanza di una sana alimentazione nella prevenzione del cancro. Non si tratta solo di “gestire” uno dei maggiori fattori di rischio, e cioè l’obesità (dalla quale possono dipendere, secondo lo stesso IARC, dal 25 al 30 per cento di alcuni dei tumori più comuni): il tipo di alimentazione influisce sullo stato di infiammazione che può predisporre a ogni forma di cancro e sull’equilibrio ormonale che può favorire od ostacolare lo sviluppo dei  tumori della prostata nell’uomo e del seno, dell’ovaio e della superficie interna dell’utero, l’endometrio, nella donna. E c’è di più: anche durante la fase conclamata della malattia una corretta alimentazione può aiutare il malato a ridurre le recidive ed eliminare una parte di effetti collaterali della chemioterapia.

L'importanza dell'educazione all'alimentazione

L’importanza dell’educazione all’alimentazione

È su queste premesse che si fonda l’attivazione nell’ospedale Cannizzaro di un Ambulatorio di consulenza nutrizionale e sullo stile di vita rivolto ai malati oncologici e alle loro famiglie, al fine di promuovere un programma di educazione alimentare in ambito ospedaliero ed extraospedaliero. Il progetto, denominato “NutriCare” e promosso dall’associazione Medicare Onlus (Mediterranean Cancer Support Rehabilitation), dopo la fase formativa presso centri e corsi di eccellenza nazionali, entra ora nella fase attuativa: l’attivazione di un ambulatorio di cui sarà responsabile la dott.ssa Serena Cubisino, biologa nutrizionista, affiancata dal dott. Giuseppe Banna, medico oncologo dell’Oncologia Medica dell’ospedale Cannizzaro, afferente al Dipartimento materno-infantile diretto dal prof. Paolo Scollo. L’attività ambulatoriale prevede una prima e una seconda visita, e successive visite di controllo. La prima visita comprende un esame clinico con indagine anamnestica sullo stile di vita e valutazione plico-antropometrica (peso, altezza, circonferenze, pliche cioè pieghe dei tessuti), consegna e compilazione di un questionario sullo stato di salute, richiesta di analisi di laboratorio. Queste saranno valutate nella seconda visita, nella quale sarà consegnato un programma alimentare personalizzato e un piano per l’attività fisica. Nelle visite di controllo il paziente sarà sottoposto di nuovo alla stima di peso, circonferenza etc. e ad esami di laboratorio ogni 6-12 mesi. Saranno seguite linee guida universalmente riconosciute quali: riduzione dell’apporto calorico con mantenimento del peso corporeo entro limiti ben stabiliti, dieta a basso indice glicemico, miglioramento del profilo lipidico con riduzione dei processi infiammatori, contenimento dell’apporto proteico con preferenza a quello di natura vegetale, attività fisica.

«Il percorso di consulenza nutrizionale – spiega il direttore generale dell’Azienda Cannizzaro, Angelo Pellicanò – intende accompagnare, educare e guidare il paziente oncologico e la sua famiglia nelle scelte alimentari, nonché promuovere stili di vita salutari. L’iniziativa contribuisce in tal senso a migliorare e ampliare i servizi offerti dall’ospedale, con uno scopo di prevenzione e in un’ottica di partecipazione civica». L’ambulatorio sarà rivolto a tutti i malati oncologici e alle loro famiglie e sarà inoltre promotore e coordinatore di attività di educazione alimentare in ambiti extraospedalieri, quali le scuole. All’ospedale Cannizzaro, le visite nutrizionali saranno estese anche alle gravide seguite dall’Unità Operativa di Ginecologia e Ostetricia: durante l’attesa, infatti, l’alimentazione va pianificata fin dall’inizio, tenendo presente il grande impegno metabolico dell’organismo che richiede un apporto calorico adeguato ed equilibrato, fondamentale per la corretta crescita del bambino. L’ambulatorio di consulenza nutrizionale sarà attivo ogni martedì pomeriggio, a partire dal 30 giugno, dalle ore 14 alle ore 19. Per informazioni e prenotazioni, tel. 3477064563.

   

Lascia un commento